Dolore alle dita

Problemi capsulari / Pulegge: diagnosi comune con cui i pazienti arrivano in studio, che però è molto inaccurata.

Una valutazione precisa sarà dunque alla base di un trattamento adeguato.


E’ possibile ridurre il dolore alle dita in una – tre sedute, senza iniezioni farmacologiche, stop dall’attività, o interventi chirurgici.

Sono l’unica persona in Italia, insieme ad Olaf (fisiorock, con base a Trento) in grado di trattare questo tipo di disfunzioni con l’Isele method.

…Ma è normale!

No, il dolore alle dita non è la normalità (come qualsiasi dolore il corpo manifesti, secondo l’osteopatia) e può essere trattato.


Perchè continuare ad essere limitato nell’attività che ti rende felice?

L’infortunio alle dita può accadere, ma l’evento acuto può essere trattato già il giorno stesso dell’episodio – al pari di qualunque fastidio accennato o dolore cronico…

Cos è l'Isele Method?

– metodo conservativo osteopatico locale

– sviluppato negli ultimi anni in risposta alle necessità degli scalatori che presentavano dolore alle dita

– per fornire una base scientifica allo sviluppo delle metodologie di trattamento, Klaus ha cominciato uno studio pilota nel 2016 riportandone i risultati nella sua tesi di laurea

WE NEED YOU!

Valutazione

Valutazione

Un’accurata valutazione e diagnosi specifica sono fondamentali per un trattamento efficace.

Non illuderti che esistano solamente capsule e pulegge: i responsabili del dolore spesso non sono queste strutture.

La mano è un’unità funzionale affascinante e complessa…

Contattami

Quick fix

Quick fix

Con questo tipo di appuntamento è garantito l’avvio del trattamento al massimo entro due settimane dall’infortunio.
L’inizio immediato del trattamento è raccomandato per ridurre al minimo il tempo di recupero.

Fissa un appuntamento

Chi è Klaus Isele

Chi è Klaus Isele

– fisioterapista e osteopata, è specializzato da molti anni nel trattamento delle patologie della scalata

– segue la nazionale austriaca di arrampicata ed è stato il riferimento per diversi pro climbers fuoriclasse, tra cui Adam Ondra, David Lama, Michi Wohlleben.

Master thesis